progetto MINI ECO 2015

Il progetto mini Eco ha come obiettivo quello di formare i ragazzi delle scuole primarie sul tema della regola e dei principi cardine del vivere in un contesto sociale.

Per raggiungere tale scopo l'Associazione Carcere e Territorio Onlus ha attivato un progetto, che consta di due incontri, ciascuno di due ore, tenuti da volontari con una formazione giuridica o psicopedagogica.

Il primo incontro è incentrato sul tema della “norma” e della “regola” e per accattivare l'auditorio si fa un brain storming, scrivendo alla lavagna i concetti che i ragazzi stessi elaborano. In un secondo momento si divide la classe in sottogruppi e si assegna un compito affinché i ragazzi comprendano materialmente l'importanza del rispetto delle norme in una “formazione sociale”.

Nel secondo incontro ci si addentra nel testo costituzionale, sia sotto il profilo storico, che contenutistico. Per “raccontare” la Carta Fondamentale della Repubblica Italiana ai più piccoli sono state scelte modalità svariate, tramite sussidi multimediali, sia slides e immagini che filmati. In particolar modo si affronta:

 

1.                  l'origine della Costituzione (in modo schematico dalla caduta del fascismo al Referendum del 2 Giugno del 1946);

2.                  gli ideali ad essa sottesi (di democrazia, di libertà, di solidarietà, di giustizia, di uguaglianza e il principio delle autonomie locali);

3.                  le caratteristiche della Costituzione (votata, rigida, lunga, scritta);

4.                  la struttura della Costituzione (principi fondamentali, parte prima, parte seconda, disposizioni transitorie e finali).

5.                  Lettura e comprensione dell'art.3-19-27 e 32 della Costituzione.

 

Hanno aderito quattro scuole: Istituto Comprensivo Ospitaletto con 7 classi (4A, 4B, 4C, 4D, 4E, 4F, 4G), Istituto Comprensivo Sale Marasino con 2 classe (4, 5), Istituto Santa Maria degli Angeli con 3 classi (4A, 4B, 4C), Primaria E.Montale con 2 classi (4A, 4B).

Per il prossimo anno sarebbe meglio inserire un termine massimo per l'iscrizione al progetto, poiché gli interventi sono collegati al concorso mini palla al piede, dunque, è utile e ragionevole che gli incontri vengano svolti e ultimati prima della scadenza del bando.

Nonostante qualche problema organizzativo, è stata un'esperienza produttiva e interessante anche per i volontari, che con grande entusiasmo hanno provato ad approcciarsi con “i più piccoli”.

Le insegnanti sono state tutte molto soddisfatte.

Collaboratore: 
dr.ssa Spreafico